blog-1

Il MASSAGGIO CERVICALE CONTRO LA TENSIONE ACCUMULATA

Il dolore localizzato nella zona cervicale rappresenta uno tra i fastidi più comuni e può presentarsi già in giovane età poiché le sue cause non necessariamente dovute a un disturbo fisico. Si tratta di un disturbo molto spiacevole, che in alcuni casi può diventare destabilizzante. La cervicalgia, a volte può comportare mal di testa (cefalea di tipo muscolo-tensivo), dolore agli occhi, formicolio agli arti, nausea.

Tra le cause più frequenti vediamo:

● Errata postura assunta durante il giorno (lavoro sedentario, ad esempio) o durante il sonno
● Assenza o eccesso di attività fisica
● Stress e nervosismo
● Colpi di freddo
● Movimenti improvvisi che provocano un trauma (colpi di frusta)
● Artrite delle vertebre cervicali.

Alcune delle cause sono occasionali e temporanee mentre altre sono sono scatenate da motivazioni più radicate o comportamenti e atteggiamenti sbagliati che vengono reiterati. Ecco perché prima di cominciare qualsiasi trattamento per la cervicale, che è una zona molto delicata, è fondamentale individuare le cause e intervenire su queste con l’aiuto di uno specialista.

La pratica del massaggio cervicale: tecniche

Il massaggio cervicale associato allo stretching può rivelarsi un’ottima terapia quando ci si trova in presenza di dolore causato da traumi, cattive abitudini posturali e stress. Eh sì, sono davvero tante le persone che hanno la tendenza a somatizzare le tensioni accumulate contraendo i muscoli del collo. Il massaggio cervicale non si basa solo su movimenti e pressioni operate dal massaggiatore, ma richiede anche la collaborazione del paziente che deve effettuare lenti movimenti e rotazioni della testa. Questo tipo di torsioni devono essere fatte con attenzione e con estrema lentezza in modo da stimolare lo scioglimento dei muscoli e non accentuarne, invece, la tensione.

Il massaggio cervicale può essere effettuato in diversi modi. Una variante prevede la manovra dell’impastamento che richiede l’uso di entrambe le mani che con movimenti di pressione circolare sciolgono i muscoli del trapezio in ogni sua parte. Esiste poi la manovra detta dello “scollamento” che lavora nella zona della colonna vertebrale ed è una manipolazione più profonda che distende le nervature del collo influenzando la distensione dei muscoli del collo, della testa, del viso e di parte della schiena. Quando l’infiammazione è forte, poi il massaggio può essere completato con le tecniche del linfodrenaggio. Si tratta di effettuare una pressione delicata e leggera dall’alto verso il basso in modo da lavorare sulla parte più superficiale dei muscoli spostando solamente la linfa.

E allora cosa aspetti?
Contattaci e scopri quale tipo di massaggio cervicale è più adatto a te!